Due donne entrambe di origini rom sono finite nei guai entrambe per furto. La prima, una quarantunenne, già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata per furto di energia elettrica da una cabina di distribuzione. La nomade è stata colta sul fatto dai carabinieri di Novi che erano usciti per un servizio di pattuglia, e ora dovrà scontare gli arresti domiciliari. La seconda una trentacinquenne domiciliata in un campo nomadi è stata invece denunciata dai carabinieri di Modena che la hanno trovata alla guida di in furgone rubato a Mantova circa un mese fa. Il mezzo è stato poi restituito al legittimo proprietario.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui