Nel video intervista a Gilberto Luppi, Presidente Lapam Confartigianato Modena

Modena è tra le province più esposte a livello nazionale dalle ripercussioni economiche del coronavirus. A riferirlo è uno studio di Lapam Confartigianato che spiega come questa emergenza possa influire negativamente sull’export, ma anche su tutte quelle attività, specialmente del terziario, che si vedono oggi limitate per via dell’ordinanza regionale. Sul fronte delle esportazioni, l’Emilia-Romagna è la regione italiana con il maggiore grado di esposizione sul mercato cinese, e in questo contesto la nostra provincia si pone al tredicesimo posto in Italia e al quinto in regione, risentendo quindi molto per gli effetti del virus. Una situazione che secondo Lapam deve vedere misure di sostegno come quelle adottate dal terremoto. A fine 2019 le esportazioni del nostro territorio verso la Cina valevano l’1,5% del valore aggiunto provinciale. Il settore più colpito è il terziario con tutte le sue attività che già non stavano vivendo un momento facile

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui