I dati di Confcommercio Modena relativi al 2017 inquadrano un settore terziario sostanzialmente stabile nella nostra provincia. Va bene l’immobiliare, che continua a crescere. Le previsioni per il 2018 sono legate alle elezioni politiche

Il bilancio del 2017 mette un timido segno più al settore terziario, nel quale regna una situazione di sostanziale stabilità. A dirlo sono i dati dell’analisi dell’ufficio studi di Confcommercio Modena sugli ultimi dati Infocamere, raccolti da un campione di circa 2.300 aziende associate. Le imprese attive in provincia sono aumentate di 20 unità, mentre le assunzioni hanno superato le dimissioni, ma solo per via dell’abolizione dei voucher. Stallo quasi totale per la ristorazione, che sembra momentaneamente giunta al punto di saturazione. L’unico vero movimento arriva dal settore immobiliare, che continua a crescere guadagnando 76 unità. Così commenta il direttore generale di Confcommercio Massimo Gandolfi.

Nel video l’intervista a Massimo Gandolfi, Direttore Generale Confcommercio

Per il 2018 è difficile fare previsioni per via di due incertezze: la prima legata alle imminenti elezioni, la seconda all’apertura di due nuovi centri commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui