Il nuotatore carpigiano conquista il successo senza battere il record del mondo, ma infliggendo cinque secondi di distacco all’americano Jaeger. E’ trionfio a Rio de Janeiro

Era il più atteso e non ha tradito. Gregorio Paltrinieri manca il primato del mondo, ma conquista una fantatica vittoria e la tanto desiderata medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio. Il nuotatore carpigiano nella finale dei 1500 metri stile libero non ha rivali, infligge cinque secondi di distacco all’americano Jaeger, secondo classificato, e può festeggiare con un crono finale di 14’34”57. Il coronamento di un sogno per Greg e per Carpi, che ha sofferto e tifato per il proprio campione in una nottata che si è tinta di azzurro anche per il bronzo di Gabriele Detti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui