Campagnoli: “Lavoriamo per l’anno prossimo”. Per il Salone dell’auto è il secondo stop dopo quello del 2013

Il MotorShow 2015 non si farà. Dopo la cancellazione dell’edizione 2013 e il tentativo di rilancio operato lo scorso anno, il Salone dell’auto di Bologna va incontro ad un altro stop per mancanza di interesse da parte delle case automobilistiche. Era già tutto pronto, o quasi: sul sito della kermesse è ancora visibile il video di presentazione dell’edizione che si sarebbe dovuta tenere dal 5 al 13 dicembre prossimi, ma nessuna iniziativa di promozione dell’evento era ancor partita. E’ lo stesso presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli, intervistato da una radio locale felsinea, ad ammettere che si sta per issare la bandiera bianca. L’annuncio ufficiale è atteso nei prossimi giorni. L’idea sembra essere quella di mettersi subito al lavoro per tornare in grande stile nel 2016, quando il MotorShow potrà giovarsi del riconoscimento internazionale dell’Oica, l’organizzazione mondiale dei costruttori di auto. Dopo il flop dell’edizione 2014, presentata come quella del rilancio, a BolognaFiere non si può più sbagliare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui