Nel video l’intervista a Colonnello Marco Pucciatti, Comandante Arma dei Carabinieri di Modena

“Nei secoli fede1-2le”. È contenuto nel motto dell’Arma dei Carabinieri il richiamo al valore più grande dei soldati al servizio della Patria: la fedeltà. La stessa racchiusa nel simbolo sacro della Virgo Fidelis, la Madonna protettrice dell’Arma la cui celebrazione ricorre oggi. Una giornata di festa per tutti i militari di Modena, che si sono riuniti in Duomo per la sacra messa, officiata dall’Arcivescovo Monsignor Erio Castellucci e concelebrata dal Cappellano dell’Accademia Militare. Un culto che iniziò subito dopo l’ultimo conflitto mondiale e che prese la Madonna “Virgo Fidelis” proprio perché ispirata alla fedeltà quale sentimento cardine del lavoro dei Carabinieri. Un momento religioso importante che ha portato con sé la celebrazione anche dell’impegno di tutti i componenti dell’Arma e delle forze dell’ordine che in nome della Fedeltà ogni giorno arrivano a rischiare la vita.

ARMA IN FESTA, IL PREFETTO INCONTRA I MILITARI CHE SI SONO DISTINTI

Nell’ambito delle celebrazioni della Virgo Fidelis, il Prefetto di Modena ha incontrato i militari che nel corso di quest’anno si sono distinti per atti eroici a protezione delle persone fragili e dell’ambiente

Nel video l’intervista a Maria Patrizia Paba, Prefetto di Modena

C’è chi ha salvaguardato l’ambiente, c’è chi, rischiando anche la vita, ha salvato persone che in momenti di estrema debolezza volevano compiere atti estremi; e ancora chi ha difeso i soggetti più fragili, restituendo loro la speranza. Sono diversi i Carabinieri che, per i loro gesti, questa mattina sono stati ricevuti nella sede della Prefettura di viale Martiri. Il Prefetto Maria Patrizia Paba ha voluto complimentarsi con chi, svolgendo il proprio compito, si è distinto in difesa delle persone o dell’ambiente. Tra loro c’è la squadra che ha scoperto che a Pavullo tonnellate di rifiuti tessili venivano stipati in capannoni senza l’opportuno smaltimento. I carabinieri che hanno salvato, alla stazione di Castelfranco, la donna che voleva buttarsi dal traliccio della ferrovia; il negoziatore che, a Prignano, ha calmato la giovane madre che aveva sequestrato la figlia in casa nel terrore di perderla; o ancora i militari che sono riusciti a recuperare i risparmi di una vita di un’anziana di 90 anni. Altri ancora, hanno salvato dal suicidio persone che non vedevano più speranze. In occasione delle celebrazioni della Virgo Fedelis, il Prefetto ha voluto omaggiare questo importante impegno che le forze dell’ordine mettono in campo ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui