Un’aquila reale è stata trovata viva ma immobile in mezzo a una strada dell’Appennino. Il Pettirosso e i veterinari stanno cercando di salvarla

Probabilmente è stata avvelenata, anche non intenzionalmente, l’aquila reale trovata immobile in una strada di Frassinoro nell’Appennino modenese. È stata trovata da un automobilista che appena riconosciuto il rapace ha immediatamente avvertito i volontari del Pettirosso. Gli uomini dell’associazione si sono mobilitati per trasportare l’esemplare nella sede di Via Nonantolana e prestare i primi soccorsi all’animale. Attualmente sono ancora in corso dei test per capire il reale problema dell’aquila che non riesce né a muoversi liberamente né tantomeno a volare, ma visto che non mostra ferite visibili i veterinari stanno seguendo la pista dell’avvelenamento. Purtroppo le esche avvelenate posizionate per cercare di intrappolare animali dannosi, come i topi, rischiano di mettere a serio repentaglio la vita di tutti gli animali selvatici comprese le aquile, di cui nell’Appennino tosco-emiliano ne rimangono ormai pochi esemplari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui