I segni del rave party si vedono ancora: lattine e bottiglie a terra, avanzi di cibo, vetri rotti. È ciò che resta di una festa non autorizzata andata in scena nella notte tra sabato e domenica in un capannone abbandonato alle spalle del centro Senada, in zona Madonnina, tra le vie Mercalli e via Emilia Ovest. Musica a tutto volume, fino a tarda notte, oltre cinquanta i partecipanti provenienti da tutta la provincia e non solo che avrebbero creato tensione anche con la polizia. Sono stati i residenti della zona, esasperati, a chiamare le forze dell’ordine. Stando alle ricostruzioni, i preparativi della festa sono iniziati nel tardo pomeriggio. Una volta arrivati gli agenti sono volate offese, secondo alcune testimonianze anche sassi e frammenti di vetro contro i poliziotti. La festa non si è comunque fermata: i partecipanti hanno acceso un falò all’interno della struttura abbandonata e lasciato scritte infamanti sui muri. Alto lo sconforto dei residenti che nonostante l’intervento delle forze dell’ordine, hanno dovuto subire la musica alta fino a tarda notte. Si tratterebbe del primo evento simile visto all’interno del fabbricato e, sperano gli abitanti della Madonnina, anche l’ultimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui