E’ ancora negativo il dato sulle assunzioni previste nel 2015 nel modenese. Le figure più ricercate sono quelle legate alla vendita.

Anche nel 2015 a Modena la variazione occupazionale prevista è di segno negativo, pari a -770 unità. A rivelarlo è Unioncamere, che ha diffuso i risultati dell’indagine Excelsior. A fronte delle 11.920 assunzioni previste, infatti, le uscite saranno 12.690. A livello settoriale, la perdita di “posti di lavoro” attesa in provincia è dovuta esclusivamente ai servizi mentre l’industria resta stabile. All’interno dell’industria, comunque, scendono le industrie tessili e dell’abbigliamento, mentre salgono quelle meccaniche. Tra i servizi è prevista in aumento l’occupazione nei servizi operativi, mentre restano negativi il commercio e il turismo e ristorazione. Guardando nel dettaglio invece le professioni richieste dalle imprese provinciali, si rileva che il 51% delle assunzioni programmate è concentrata su sei sole figure. Ai primi posti della graduatoria si trovano le professioni qualificate nelle attività commerciali, tipicamente commessi e personale di vendita e quelle non qualificate nel commercio e nei servizi, seguite a loro volta dalle professioni tecniche in attività organizzative, amministrative, finanziarie e commerciali. Tra queste tre le imprese della provincia segnalano problemi di reperimento superiori alla media per le professioni tecniche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui