La notte della strage di Corinaldo uno dei sei ragazzi arrestati aveva incontrato in autogrill il trapper Sfera Ebbasta registrando con lui un video Instagram. L’artista tramite Twitter oggi si è dissociato da quel video condannando i membri della banda

Li ha definiti mezzi uomini e si è detto soddisfatto dell’arresto dei sei giovani ritenuti responsabili della strage di Corinaldo. Tramite la sua pagina Twitter il trapper Sfera Ebbasta ha commentato in maniera molto dura l’incontro casuale con Ugo Di Puorto e i suoi amici, avvenuto in autogrill proprio la notte della strage. L’artista quella sera era atteso alla discoteca Lanterna Azzurra dove avrebbe dovuto esibirsi per un concerto, ma a causa di un ritardo a Corinaldo non è mai arrivato. Nel video pubblicato quella stessa sera sul profilo del 19enne,  si vede Di Puorto avvicinare il trapper come se fosse un fan qualunque, atteggiandosi a favore di camera. Il cantante all’oscuro di tutto, era stato al gioco e aveva scherzato con il ragazzo ignaro di quanto successo poco prima. Nel corso delle indagini l’esistenza di questo video era già emersa durante una intercettazione dei Carabinieri nella quale si sentono i due cugini, Di Puorto e Mormone commentare l’incontro con il cantante. I due non sapendo di essere sotto controllo, l’avrebbero definito, un “pagliaccio” e un “affamato”. Nei commenti i cugini precisavano che se non ci fosse stata la strage poco prima, gli avrebbero rubato la collana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui