Alessandro Ansaloni, promoter finanziario modenese di 54 anni, è stato sottoposto agli arresti domiciliari con l’accusa di aver truffato per anni ignari risparmiatori. L’operazione della Guardia di Finanza ha portato alla luce una truffa di oltre 5 milioni di euro

Carpiva la fiducia di risparmiatori di ogni genere, dall’anziano al manager d’azienda, proponendo investimenti con un tasso di remunerazione anche superiore al 10% e negli anni è riuscito ad accumulare un patrimonio di oltre 5 milioni di euro, utilizzato in gran parte per condurre una vita piena di lusso e di sfarzi. Alessandro Ansaloni, 54enne promoter finanziario modenese, è finito agli arresti domiciliari dopo l’operazione della Guardia di Finanza che ha scoperchiato il suo sistema truffaldino, anche grazie alla segnalazione ricevuta dalla Banca d’Italia su alcune operazioni sospette. Assieme ad Ansaloni agli arresti domiciliari è finito anche un suo complice, V.I. le sue iniziali, titolare di una rivendita di tabacchi in città. Trentacinque ad oggi le vittime di questo raggiro, alcune residenti anche fuori provincia, e venti sono quelle che hanno già sporto regolare denuncia. Nella trappola è caduto anche un imprenditore modenese che aveva affidato ad Ansaloni una cifra di circa due milioni di euro.

Nel video l’intervista al Colonnello Pasquale Russo, Comandante Guardia di Finanza di Modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui