Sarà l’autopsia disposta dal magistrato a stabilire le cause del decesso del senzatetto di 54 anni che ha perso la vita sulle scale esterne di sicurezza della casa protetta San Giovanni Bosco a Modena, all’incrocio tra via Morselli e via Crespellani. Originario di Buenos Aires, in città senza fissa dimora da qualche tempo, l’uomo aveva cercato un riparo per affrontare la notte, e l’aveva trovato proprio in un punto coperto della scala, quando sarebbe stato colto da un malore. Sembra che la segnalazione al 118 sia partita da qualcuno che era con lui in quel momento, ma all’arrivo dei soccorsi l’uomo era già privo di sensi e a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo: per lui non c’è stato nulla da fare. I sanitari hanno segnalato il caso alla Squadra Mobile, intervenuta sul posto, che a sua volta ha comunicato l’accaduto alla Procura. Ma nessuna informativa di reato è stata sollevata proprio perché accertate le cause naturali del malore e del successivo decesso. Sembra che la zona non sia nuova alla presenza di senzatetto in cerca di riparo dal freddo, e che sia spesso quella scala a forniglielo una rampa orami piena di cartoni, cartacce, lattine di birra, e candele.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui