Ancora stabili ma gravi le condizioni della neonata tunisina di 13 mesi ricoverata a Bologna dopo aver ingerito dell’ammoniaca. Intanto la Procura di Modena ha aperto un fascicolo d’inchiesta.

Sono stazionarie, e ancora gravi, le condizioni della bambina tunisina di appena 13 mesi ricoverata da venerdi scorso nella reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, dopo aver ingerito casualmente un liquido destinato alla pulizia del bagno e contenente dell’ammoniaca. All’ospedale del capoluogo emiliano, la bimba era stata trasportata d’urgenza dopo il primo passaggio disperato dei genitori al Policlinico di Modena. Nel frattempo, dopo aver ricevuto le informative inviata dalla Polizia in servizio all’Ospedale Sant’Orsola, come da prassi in questi casi, la Procura di Modena, attraverso la pm Katia Marino – ha aperto un fascicolo d’inchiesta, per il momento senza ipotesi di reato. E’ stato inoltre sequestrato il liquido, pare fatto in casa, che è stato ingerito dalla bambina e che era stato incautamente lasciato in giro per casa dai genitori, che non sanno darsi pace per quell’attimo di troppo di distrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui