Ieri in Consiglio provinciale sono stati diffusi i dati sui richiedenti asilo presenti accolti a Modena. 1847 quelli attualmente presenti. Ma da quando è iniziata l’emergenza, sono più di 600 quelli che hanno fatto perdere le proprie tracce

Oggi sono 1.847 gli immigrati richiedenti asilo arrivati in Italia via mare ed ospiti del sistema di accoglienza attivato dal 2014 in via straordinaria dalla Prefettura di Modena per fare fronte all’ingente ondata di sbarchi. Tutti alloggiati nelle strutture gestite da associazioni o cooperative che con accordi diretti stipulano contratti di locazione sui territorio. In tutto, in questo sistema, sono stati accolti 2936 richiedenti asilo. Di questi solo 391 hanno ottenuto il riconoscimento di una forma di protezione, poco meno del 15%. Sono 597 quelli che si sono allontanati dal percorso di accoglienza facendo perdere le proprie tracce. Sono alcuni dati forniti dalla Prefettura elencati ieri dal Presidente della Provincia Giancarlo Muzzarelli. Dopo il costante incremento negli ultimi anni, per la prima volta il numero dei migranti presenti ha smesso di aumentare fermandosi poco sotto la soglia dei 2000 che ancora non rappresenta il massimo della capacità nell’accoglienza. Il numero insomma, anche se ora è stabile potrebbe aumentare ancora. Per il Presidente lo stop all’incremento rappresenta un dato politico importante che si unisce a quello di una migliore distribuzione sul territorio. Se nell’agosto del 2016 la quota dei comuni modenesi che non accoglievano era del 43%, oggi si è abbassata al 13. 
Ora, che gli arrivi si sono fermati, potrebbero accorciarsi i tempi per la gestione delle pratiche. Oggi in media i tempi per essere ascoltati dalla commissione che valuta la richiesta di asilo sono superiori all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui