Sabato 12 novembre giornata di confronto sulle politiche per la piccola impresa: l’associazione chiede agli amministratori locali di applicare l’aliquota minima sull’Imu

“No pmi, no party”. I piccoli imprenditori alzano la voce. Sabato andrà in scena il Lapam-Day: l’associazione di categoria incontrerà sindaci e amministratori locali per chiedere attenzione nei confronti delle piccole e medie imprese. Il messaggio è che il traino dell’economia italiana sono le pmi e che, se queste vanno in difficoltà, è un problema per tutti.  Fra le misure più urgenti, secondo Lapam, l’applicazione dell’aliquota minima sull’Imu. Il Lapam Day si svolgerà a Modena, Carpi, Mirandola, Vignola, Pavullo e Formigine. In terra geminiana le pmi rappresentano il 92,4% del totale delle imprese. Dal 2008 a oggi, in provincia, sono andate perdute quasi tremila aziende. Le difficoltà maggiori riguardano la manifattura, mentre il terziario registra al contrario un trend positivo.

Nel servizio le interviste a:

– Erio Luigi Munari, presidente generale Lapam
– Carlo Alberto Rossi, segretario generale Lapam

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui