Il cippo sarà inaugurato il prossimo venerdì nella chiesa di San Giacomo Roncole

Un terremoto che provocò morti e danni a case, imprese e luoghi di culto: ad essere maggiormente colpite dal sisma del 2012 furono anche tante chiese della diocesi di Carpi che conta tra le vittime il sacerdote don Ivan Martini, parroco di Rovereto. A distanza di 4 anni e per volontà del vescovo mons. Francesco Cavina, la diocesi ha fatto realizzare una Stele in memoria di tutti i morti delle scosse del 20 e 29 maggio che sarà inaugurata il prossimo 27 dello stesso mese alla chiesa di San Giacomo Roncole, nel mirandolese, alla presenza dei familiari delle persone decedute. Una scelta non a caso perché risulta essere baricentrica rispetto al territorio diocesano e all’intera area del cratere.

Intervista a Mons. Francesco Cavina, Vescovo della diocesi di Carpi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui