Questa mattina, in tribunale a Modena la sentenza della tragedia di Lesignana: Giovanni Nebbioso è stato condannato a 12 anni di reclusione per l’omicidio del settembre 2013 di Lorenzo Buriani.

Attimi di tensione al momento della sentenza: i famigliari della vittima sono rimasti delusi dalla scelta del Giudice di condannare a 12 di carcere, di cui tre di cura e 35mila euro di provvisionale Giovanni Nebbioso, per aver ucciso a Lesignana di Lorenzo Burani. Per il 52 enne, il pubblico ministero Katia Marino aveva infatti chiesto quattordici anni di detenzione. I fatti della tragedia risalgono al 26 settembre 2013 quando Nebbioso nella propria casa sparò 6 colpi di pistola uccidendo Burani, mentre quest’ultimo stava aiutando nel trasloco il coinquilino del condannato. Il 74enne decise di liberare l’appartamento e aveva comunicato la situazione a Nebbioso che risultava piuttosto contrariato dalla scelta, tanto da scatenare attimi di tensione già la sera prima con la vittima nel ruolo di pacere tra i due coinquilini. Ma il giorno dopo Burani pagò con la vita l’aiuto e la difesa dell’anziano. Nel processo di questa mattina il Giudice Maria Teresa Magno ha riconosciuto a Nebbioso, la seminfermità mentale, e per questo dovrà trascorre forzatamente tre anni, dei 12 di condanna, in una casa di cura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui