In città si è tenuto un presidio in Piazza Metteotti.

In tutta Italia sono scesi in piazza lavoratori e studenti per dire no al Disegno di Legge sulla scuola di Renzi e del ministro Giannini. Il nodo precari, super poteri ai presidi, sgravi alle paritarie e finanziamenti privati agli istituti ed eccesso di deleghe al Governo: questi i motivi principali dello sciopero si è svolto in tutta Italia e anche a Modena con un presidio in piazza Matteotti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui