Sabato 10 Dicembre 2016 | 13:39

MODENA, PROVE DI 4-2-3-1 PER PAVAN

Il possibile ritorno di Diakité nel ruolo di prima punta, con tre giocatori alle sue spalle. E’ la novità provata oggi in una seduta di allenamento che ha visto lavorare a parte Olivera e Schiavi


Seduta di metà settimana per il Modena, che sabato scenderà in campo alle 16:30 al Braglia contro il Bassano. I ragazzi di mister Pavan hanno lavorato quest’oggi all’antistadio Zelocchi in maniera intensa, dopo un iniziale riscaldamento fisico nella gabbia. Ieri non si erano allenati con il gruppo né Olivera, né Schiavi ed anche oggi i due hanno svolto una seduta di lavoro differenziato. Logico ipotizzare, a questo punto, un possibile forfait almeno per quanto riguarda l’undici titolare, anche se la partitella a cui ha sottoposto mister Pavan il gruppo sembra aver fornito indicazioni più approfondite. Il tecnico ha schierato una possibile formazione tipo con la pettorina che vedeva davanti a Manfredini la linea a quattro di Ancona, ovvero Calapai a destra, Popescu a sinistra, Aldrovandi e Marino al centro. In mezzo al campo la coppia Giorico-Salifu, mentre avanti è stato scelto nuovamente Diakité dopo che nelle ultime gare a vincere il ballottaggio era stato costantemente Ravasi. Fra la linea d’attacco e di centrocampo, infine, i tre trequartisti, soluzione sperimentata in più occasioni nell’ultimo periodo: a sinistra Basso, al centro Tulissi e a destra il giovane Serroukh. Quest’ultima scelta autorizza ad ipotizzare il possibile recupero di Schiavi, che già ad Ancona non era al top e, dunque, il suo lavoro differenziato potrebbe in questo senso far parte del programma di recupero per ritrovare il 100% della forma. Dall’altra parte, invece, sorride il Bassano che occupa il quarto posto in classifica ed è reduce dal 4-0 rifilato al Santarcangelo. I veneti sono formazione in grado di far male in fase offensiva, ma che al tempo stesso concede qualcosa dietro. Dovrà essere bravo in questo senso l’undici canarino a concedere poco in fase difensiva, per poi colpire in contropiede o con rapide verticalizzazioni, ciò che è mancato sabato contro una delle formazioni più in difficoltà del campionato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche