Un viaggio fantastico fra i capolavori delle Gallerie Estensi di Modena. Un sogno irrealizzabile durante l’emergenza Coronavirus, in cui i musei sono chiusi al pubblico, ma che ora è realtà grazie a un progetto unico in Italia, realizzato in collaborazione con il lab AImagelab del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Dal prossimo 14 aprile sarà possibile entrare virtualmente al museo, passeggiare nelle sue sale accompagnati da una guida che, mostrando le collezioni, interagisce e risponde alle domande. Il progetto, realizzato grazie al contributo di Fondazione Modena, si basa su un sistema innovativo che utilizza un’acquisizione a 360° e una ricostruzione 3D (ottimizzata da reti neurali profonde) delle sale del museo. E’ stato il direttore Martina Bagnoli assieme alla professoressa Rita Cucchiara, direttore di AImagelab, a illustrare questa nuova opportunità sfruttabile con una semplice prenotazione che fornisce un link cui connettersi. La novità che rende la visita ancora più coinvolgente è che i partecipanti potranno comunicare verbalmente con la guida che non solo risponderà alle domande ma potrà anche, all’occasione, mostrare opere e documenti connessi con le collezioni esposte.

Con questo nuovo strumento digitale le Gallerie Estensi dal prossimo 14 aprile potranno continuare ad offrire i consueti percorsi per le scuole. Sarà inoltre possibile prenotarsi per le consuete visite guidate private domenicali e sono previste anche visite a tema.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui