Tra le tante vittime anche il carpigiano Umberto Lugli che quel 2 agosto perse la vita assieme alla sua fidanzata

Anche la città di Carpi ha ricordato la strage, ed in particolare una delle molte sue vittime: il carpigiano Umberto Lugli, detto Tino, che 39 anni fa – come tanti altri – si trovava alla stazione dei treni di Bologna per partire per le vacanze estive. Doveva essere una giornata di festa per lui e per la sua fidanzata, ed invece quel 2 agosto inaspettatamente si è trasformato in tragedia. Questa mattina in sua memoria al cimitero di viale Cipressi è stato depositato un mazzo di fiori presso il suo sepolcro, nel silenzio dei famigliari raccolti nel ricordo. E l’importanza della memoria e della ricerca della verità è stata ribadita anche dal vicesindaco di Carpi, Stefania Gasparini, presente alla cerimonia

 

Nel video l’interviste a Carlo Alberto Lugli, Fratello della vittima e a Stefania Gasparini, Vicesindaco di Carpi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui