Proseguono senza sosta su tutto il territorio della nostra provincia i controlli da parte delle forze dell’ordine per verificare il rispetto dei decreti di contenimento del Coronavirus. I controlli della Polizia provinciale si estendono anche ai comuni di Montese e Zocca, come richiesto dai sindaci a supporto delle polizie municipali, mentre nel fine settimana, oltre ai controlli stradali, particolare attenzione sarà posta alle aree verdi, ai parchi, come il parco Amendola a Modena, alle piste ciclabili e ai percorsi natura. In questo solco si pone la nuova autocertificazione che da ieri sostituisce quelle precedenti. La novità principale del testo consiste nel dichiarare di non essere sottoposto a quarantena o di non essere risultato positivo al Covid 19, condizione che gli agenti verificano immediatamente con una telefonata alle Ausl. Proprio per combattere quelli che il capo della Polizia Gabrielli ha definito “i furbi” nell’ultimo decreto del Governo è stato previsto l’inasprimento di tutte le sanzioni, prevedendo multe da 400 a 3mila euro, che possono aumentare di un terzo, fino quindi a un massimo di 4mila euro, se commesse alla guida di un veicolo, mentre addirittura raddoppiano se a commetterli vi sono persone recidive, cioè già punite per una violazione dei decreti anti Coronavirus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui