Nel video intervista a Cristina Mussini, Infettivologa

Da strumento di nicchia a vero e proprio articolo a ruba: la paura del coronavirus ha trasformato gli acquisti dei modenesi all’interno delle farmacie, che in poco tempo si sono ritrovate a corto di mascherine. Gli esercizi della nostra città hanno visto crescere esponenzialmente le vendite di questi prodotti, comprati dai cittadini nella previsione di un arrivo del Coronavirus anche in Italia. Ma è una misura efficace per evitare di essere contagiati? Ipotizzando l’arrivo di questo nuovo virus nel nostro Paese, la risposta dell’infettivologa Cristina Mussini, ieri ospite di Detto e non Detto, è assolutamente negativa. Un panico ingiustificato, ha ribadito più volte l’Infettivologa del nostro Policlinico, poiché sono già attive misure precauzionali anche superiori a quella che è la reale emergenza. Per tutti i cittadini, i consigli degli esperti sono pochi e semplici: la prima regola è lavare le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi e con disinfettante che contenga almeno il 60% di alcol. Evitare di toccare occhi, naso e bocca con le mani sporche, così come vanno evitati contatti o mantenute distanze di almeno due metri con persone eventualmente infette. Nel caso in cui si dovessero accusare i sintomi bisogna rivolgersi al medico o chiamare il numero verde del ministero della Salute. Nel frattempo è bene stare a casa, evitando contatti con i familiari. Quando si starnutisce usare sempre un fazzoletto e gettarlo via; è anche opportuno pulire e disinfettare gli oggetti che si toccano più frequentemente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui