Da lunedì 25 maggio si parte anche per palestre e piscine. La Regione ha reso noto i protocolli che tali attività dovranno seguire per garantire la sicurezza di tutti i clienti. Fra le misure previste, no all’assembramento degli utenti all’ingresso delle strutture, installazione di dispenser con gel igienizzanti per la pulizia delle mani e di apposita cartellonistica sulle regole di comportamento da seguire, rispetto del distanziamento di almeno un metro tra le persone sedute e delle regole di igiene e pulizia dei locali. Per quanto riguarda le palestre, i clienti devono essere distanziati di almeno un metro: l’accesso alle strutture è consentito solo se personale e utenti sono protetti da mascherine, che dovranno essere tenute durante la permanenza nelle aree comuni ma non durante lo svolgimento dell’attività motoria. All’ingresso potrà essere rilevata la temperatura corporea. Distanziamento obbligatorio anche negli spogliatoi e sarà necessaria una areazione adeguata dei locali. Anche nelle piscine obbligatorio l’uso di mascherine nelle aree comuni, le quali andranno disinfettate con regolarità, così come i lettini, da sanificare ad ogni cambio di persona o nucleo familiare: inoltre non è consentito l’uso promiscuo degli armadietti. Le piscine dedicate ai giochi acquatici devono essere convertite in vasche per la balneazione e anche nelle vasche occorre mantenere un distanziamento minimo tra i nuotatori per garantire la loro sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui