Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo stanno dando esecuzione ad un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere per 24 persone, tra cui 5 donne, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia, appartenenti a un’organizzazione criminale dedita al traffico illecito di sostanze stupefacenti, radicata nei comuni dell’hinterland nord-est di Roma. Le indagini, condotte dai Carabinieri sotto la direzione della DDA di Roma, hanno consentito di accertare come l’illecita attività fosse così fiorente da portare nelle casse della banda circa 90.000 Euro al mese. Il gruppo criminale era talmente “fluido” al punto da riuscire a proseguire l’attività di spaccio nonostante gli arresti in flagranza eseguiti dai Carabinieri nei confronti di pusher, che venivano subito rimpiazzati per dare continuità allo spaccio di strada. L’organizzazione ricorreva inoltre ad un violento sistema di recupero crediti nei confronti dei clienti che non pagavano: sono stati, infatti, ricostruiti episodi di estorsione, anche con armi da fuoco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui