Si allunga il contratto di solidarietà per 212 operai e impiegati connessi alla produzione di Maserati a Modena. Avviato a inizio 2019, era in scadenza il prossimo 31 gennaio e ora è stato prorogato fino al 31 maggio coinvolgendo 204 operai e impiegati collegati alla produzione. Nonostante la firma la Fiom-Cgil di Modena continua a evidenziare delle criticità e delle preoccupazioni sul progetto futuro della produzione Maserati a Modena. Il timore maggiore, su cui insiste la sigla è la continua riduzione degli occupati in produzione, aggravato dal fatto che la disponibilità degli ammortizzatori sociali ordinari terminerà ad agosto 2020. Obiettivo della Fiom è che la Maserati si adoperi per tornare a quelle 300 unità lavorative dichiarate dallo stesso marchio del Tridente come numero necessario a far funzionare un sito così esteso e complesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui