Le intense precipitazioni della notte, con pioggia in pianura e neve in montagna, hanno determinato un rapido innalzamento del livello dei fiumi e dei corsi d’acqua nel territorio del Comune di Modena. Per ragioni precauzionali, restano chiusi per la notte Ponte Alto e ponte dell’Uccellino sul Secchia, il Ponte di via Curtatona sul Torrente Tiepido e il Vecchio Ponte di Navicello sul Panaro. Il colmo di piena del Secchia, è previsto per la serata e il transito sarà lento; anche il livello del Panaro, pur meno preoccupante, rimarrà alto nelle prossime ore. Alcune zone della città questa mattina erano completamente allagate. La più colpita quella dei Tre Olmi con numerose abitazioni sommerse dall’acqua. Anche in via Barchetta all’altezza di Freto la situazione non era migliore. Case allagate e tanti disagi. I tecnici comunali sono intervenuti insieme a Vigili del fuoco, Polizia municipale e volontari di Protezione civile per risolvere le situazioni dovute alle difficoltà delle strutture di scolo delle acque e regolare la circolazione dei veicoli. Segnalati anche alcuni fenomeni di rigurgito dovuti alla quantità eccezionale di pioggia caduta nella notte. Anche l’Appennino è stato investito dalla perturbazione con precipitazione nevose ed accumuli di coltre bianca da 20 a 30 centimetri. Sono oltre 10 mila le utenze private  rimaste senza luce e gas.  Al momento i tecnici sono al lavoro per ripristinare i servizi. L’allerta arancione diramata da ARPAE e dalla protezione civile sul nostro territorio durerà sino alle 18 di lunedì.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui