Domani, 27 gennaio, ricorre la giornata della memoria: una data importante da celebrare per non dimenticare quel momento di 75 anni fa in cui i cancelli di Auschwitz si aprirono, mostrando al mondo il dramma della shoah, le atrocità della deportazione e dello sterminio degli ebrei. A Modena e provincia le iniziative per tenere vivo il ricordo collettivo su una delle pagine più buie della nostra storia hanno preso il via già da una settimana e proseguiranno fino a febbraio inoltrato, tra momenti istituzionali, incontri, letture, musica, film, teatro e progetti scolastici.

Nel video l’intervista a Carlo Altini, Direttore scientifico della Fondazione Collegio San Carlo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui