Nel video l’intervista a Marco Boaretto, Comandante carabinieri sezione Modena e a Alessandro Ottolini, Nucleo problematiche territorio – Pol. Municipale

Continuano i controlli contro lo spaccio di droga nella zona della stazione dei treni. In un’operazione congiunta dei carabinieri della Compagnia di Modena e della Polizia Municipale due nigeriani di 21 e 23 anni provvisti di un regolare permesso temporaneo per questioni umanitarie sono stati sorpresi a vendere crack fra via Abate e via Mazzoni. Il fatto è avvenuto ieri intorno alle 6.30 del pomeriggio, le forze dell’ordine hanno fermato i due ragazzi trovando loro addosso 11 dosi di crack e 220 euro in pezzi da 10 e da 20. Insieme a loro è stato segnalato anche un acquirente sorpreso durante la compravendita. Il crack è una droga pesante sempre più diffusa. La sostanza viene scaldata di solito in pipette artigianali per poi essere inalata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui