Il primo caso segnalato di Coronavirus a Modena porta alla Garc di Carpi, colosso delle costruzioni civili ed industriali. E’ stato il presidente Claudio Saraceni a fare chiarezza dopo le voci del pomeriggio con un comunicato riportato dal portale “Temponews”. “Gentili tutti, facendo seguito alle notizie divulgate dagli organi di informazione – scrive Saraceni – ritengo doveroso informarvi che il carpigiano risultato positivo al test del coronavirus è uno dei membri della compagine societaria della Garc che si trova attualmente ricoverato presso il policlinico di Modena in osservazione. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione e sono costantemente monitorate dalle autorità sanitarie. Ha avuto un innalzamento della febbre nella giornata di ieri e in serata, dopo aver contattato i numeri di emergenza, è stato ricoverato per prudenza. Solo stamattina la conferma della positività”. Saraceni poi rassicura sulle condizioni del socio della Garc. “L’apprensione è ovviamente elevata – prosegue nella nota – per il grado di amicizia che ci lega, ma i medici non hanno espresso preoccupazioni per la sua incolumità e la situazione sembra essere sotto controllo. Ovviamente non conosciamo le fonti di contagio che saranno oggetto di verifica da parte dei sanitari”. Il presidente ribadisce come la Garc abbia subito preso misure atte alla salvaguardia del proprio personale. “La nostra azienda – conclude – ha immediatamente adottato tutte le iniziative volte a tutelare, per quanto possibile, la salute di tutti i collaboratori e dei soci della Garc facendo ricorso ai presidi di protezione di cui dispone ed ha sospeso le attività nelle zone del nord Italia risultate essere focolai del virus. Tutti noi teniamo alta l’attenzione per eliminare ogni rischio di contagio che, al momento, non ci risulta si stia verificando”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui