È stato il cane Victor a coadiuvare la Polizia Locale di Modena nei controlli antidroga sul territorio e negli istituti scolastici nell’ambito del progetto “Scuole sicure”. Un aiuto prezioso il suo, perché già prima delle festività aveva permesso di identificare uno studente in possesso di 30 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e alcune centinaia di euro probabile introito della vendita di droga. Giovane, minorenne, che poi è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio. Gli agenti del Nucleo problematiche del territorio e quelli del Centro storico, coadiuvati dall’Unità cinofila dell’Appennino reggiano, hanno passato al setaccio la zona della stazione delle autocorriere e del Palamolza dove era stata segnalata la presenza di persone che bivaccano e disturbano. Dieci quelle identificate e fotosegnalate: si tratta di stranieri, provenienti dal nord Africa, irregolari sul territorio italiano. Uno di loro, di nazionalità marocchina, è stato deferito alla Prefettura perché nelle mutande nascondeva dieci grammi di marjuana. Gli operatori della Polizia locale si sono poi spostati nella zona della stazione dei treni, dove hanno identificato altre cinque persone, risultate provenire dal Centrafrica e in possesso di permesso di soggiorno. Grazie all’aiuto del cane Victor al parco Novi Sad sono stati trovati altri 100 gr di droga tra marijuana e hascisc, pronte per la vendita e nascoste tra i cespugli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui