Dopo un lungo intervento sembrerebbe non essere in pericolo di vita la 41enne che giovedì mattina è stata colpita più volte con un coltellino serramanico mentre prestava servizio come addetta alla ristorazione sul Frecciarossa partito da Torino e diretto a Roma. Autore del gesto, che sarebbe avvenuto tra Reggio-Emilia e Bologna, un uomo di 47 anni, originario della Calabria, che lavorava sul convoglio per una ditta esterna di pulizie. Stando alle informazioni raccolte sembra che in passato i due fossero legati sentimentalmente. Tutto sarebbe iniziato con una lite, la donna sarebbe poi stata colpita con calci e pugni prima di ricevere più coltellate in varie parti del corpo. Il 47 enne è stato bloccato a bordo del treno per poi essere consegnato nelle mani della polizia una volta giunti in stazione a Bologna, nei suoi confronti è stata avanzata l’ipotesi di reato di tentato omicidio e si trova ora in stato di fermo. La donna invece è stata prontamente soccorsa dai sanitari del 118 che, dopo averla intubata e stabilizzata, l’hanno trasportata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore. Lì è stata sottoposta a un lungo intervento chirurgico e pare ora essere fuori pericolo di vita. Secondo quanto appreso l’azienda per la quale lavora l’aggressore avrebbe avviato tutte le pratiche per procedere con il licenziamento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui