Sabato 03 Dicembre 2016 | 16:37

SMOG: IL RISCALDAMENTO DELLE CASE MAGGIOR CAUSA

Pubblicato dall'Arpa, il report sulla qualità dell'aria in Emilia-Romagna nel 2015: allarmano i dati delle polveri sottili


Smog oltre la soglia d’allarme: non è stato un buon anno quello da poco passato per il nostro territorio in tema di polveri sottili, con i valori delle concentrazioni che hanno superato quelli riscontrati nel 2014. Con una qualità dell’aria pessima, la Pianura Padana è la zona peggiore d’Europa, ormai si convive in tutti i 12 mesi, ma è da novembre a marzo che vengono emessi mediamente circa i due terzi delle polveri sottili e dell’ossido di carbonio. L’estate è invece caratterizzata dalla elevata presenza di ozono, frutto della trasformazione da parte della luce solare degli inquinanti emessi in atmosfera. Il periodo più difficile per l’inquinamento dell’aria nel 2015 si è sviluppato dal 20 ottobre a fine anno, quando i valori hanno più volte, anche per più giorni consecutivi, superato il tetto previsto dalle legge dei 50 microgrammi di Pm 10. L’analisi annuale dell’Arpa mostra come nel primo e nell'ultimo trimestre di ogni anno si concentrino oltre il 65% delle emissioni di polveri sottili. Anche gli altri principali fattori inquinanti dell’aria, ad eccezione dell’ammoniaca, sono emessi per oltre il 50% nel semestre invernale e la causa principale è legata al funzionamento degli impianti di riscaldamento domestico, che si aggiungono alle altre fonti, presenti durante i dodici mesi, come i trasporti o le emissioni industriali. Il valore limite giornaliero, definito dalla norma vigente, di PM10 è stato superato anche a Modena nel 2015, per oltre 35 giorni. Il massimo numero di superamenti in Regione è stato registrato a Parma e Reggio Emilia. Da aprile a settembre, l'inquinante che ha maggiormente destato preoccupazioni è stato l'ozono, per il quale è stato superato il valore obiettivo a lungo termine per la protezione della salute in tutte le 34 stazioni che misurano questo inquinante. I valori degli altri inquinanti sono invece rimasti entro i limiti di legge in tutte le stazioni di rilevamento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche