Quinto giorno di sciopero per i lavoratori della residenza per anziani Villa Margherita di Modena sull’applicazione del Contratto collettivo nazionale di lavoro. Dopo i tre scioperi di dicembre i 35 lavoratori della struttura denunciano attraverso il sindacato Fp Cgil Modena il peggioramento delle relazioni con la direzione aziendale. Al centro della vertenza la decisione dell’azienda di applicare ai lavoratori il nuovo contratto Anaste che, secondo le sigle, porta ad un peggioramento delle condizioni di lavoro e ad una minore tutela. Le sigle sindacali fanno sapere che non hanno intenzione di arrendersi e che andranno avanti con la loro protesta.

Nel video l’intervista a Mohcine El Arrag, Funzionario Sindacale Fp Cgil Modena

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui