Il centrocampista biancorosso, visibilmente emozionato al momento della consegna del premio in Comune, ha ribadito il suo grande legame con la città. Ad attenderlo davanti al municipio anche uno striscione “Pasciu immortale” del gruppo di tifosi GdL

In sette anni con la maglia del Carpi ha scalato tutte le categorie fino alla serie A. Fra la città e Lorenzo Pasciuti c’è un feeling speciale, che il centrocampista biancorosso ha ribadito durante la premiazione in Comune. “Qui è nato mio figlio, Carpi è molto di più che un lavoro per me”. Dopo gli applausi del Consiglio comunale, ad attenderlo all’uscita anche il gruppo di tifosi dei Guidati dal Lambrusco che lo hanno salutato con fumogeni, cori e lo striscione “Pasciu immortale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui