In buona parte della provincia da diversi giorni è stato violato il limite consentito dalla legge delle polveri sottili. A carpi scattano i primi provvedimenti di emergenza

A Modena da 6 giorni, i valori delle polveri sottili sono molto alti e anche la situazione in buona parte della provincia, tranne Mirandola, rimane piuttosto critica. Sotto la Ghirlandina dall’inizio del 2017 sono già 14 i giorni di superamento dei limiti di legge. Anche Carpi sta vivendo ore difficili, nell’ultimo rilevamento la centralina ha fatto registrare il dato di 86 microgrammi al metrocubo di particelle di Pm10, quando il limite è di 50. Nell città dei Pio sono già 5 i giorni consecutivi di sforamento dei limiti, quindi il Comune ha scelto di inasprire i provvedimenti contenuti nel Piano Aria Regionale. In particolare nell’area indicata è previsto il divieto di circolazione, oltre che per i veicoli già elencati dall’ordinanza, anche per i mezzi diesel Euro 4. Su tutto il territorio comunale carpigiano sono inoltre vietate le operazioni di bruciatura all’aperto dei materiali vegetali di origine agricola e sono stati potenziati i controlli sui veicoli circolanti. Questi provvedimenti aggiuntivi saranno revocati automaticamente a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il parametro delle PM10 rientrerà nei limiti giornalieri fissati dalla legge.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui