Durante controlli notturni straordinari delle forze dell’ordine sono state identificate 97 persone: 6 di queste erano prostitute nigeriane irregolari e prive di documenti

Resta alta l’attenzione delle forze dell’ordine per le zone più problematiche di Modena, dove si riscontrano spaccio, degrado e prostituzione, e proseguono i servizi straordinari nell’ambito del Controllo Integrato del territorio, finalizzati alla repressione di tali fenomeni. Ancora una volta nel mirino degli agenti della Squadra Volante, della Squadra Amministrativa e della Divisione di Polizia Anticrimine – che hanno collaborato con i Carabinieri, la Guardia di Finanza e la polizia Municipale – sono finiti l’area della stazione ferroviaria, viale Gramsci, e i parchi cittadini. Complessivamente durante i controlli notturni sono state identificate 97 persone: 6 di queste erano prostitute fermate dagli agenti nei pressi della stazione e poi accompagnate in Questura per accertamenti, dai quali è emerso che tutte erano di nazionalità nigeriana, clandestine e prive di documenti; motivo per cui sono state denunciate in stato di libertà per violazione delle norme sull’immigrazione. Controllati anche 29 veicoli con posti di blocco su via Montecuccoli e viale Monte Kosica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui