Ha picchiato un coetaneo perché si rifiutava di pagargli la droga. Fermato dai Carabinieri un 19enne carpigiano che dovrà ora rispondere di tentata estorsione, lesioni personali e cessione di stupefacente

Per settimane aveva venduto con regolarità hashish e marijuana ad un coetaneo di Concordia che, però, continuava a non pagare, tanto da accumulare un debito di circa 800 euro. Spazientito, dopo averlo minacciato telefonicamente più volte, arrivando addirittura a pretendere l’estinzione del debito da parte di uno dei genitori del ragazzo, ha deciso di passare alle maniere forti, organizzando una spedizione punitiva. Così lo spacciatore, un giovane carpigiano di 19 anni, l’altra sera si è recato a Concordia con alcuni amici e la fidanzata – tutti di Carpi – e dopo aver avvicinato il cliente debitore, ed aver ricevuto l’ennesimo rifiuto al pagamento, lo ha violentemente colpito al volto, procurandogli un importante trauma all’occhio sinistro. L’aggressione non è però sfuggita ad un passante, che ha subito allertato i Carabinieri. Giunti tempestivamente sul posto, gli uomini dell’arma della stazione locale hanno di identificare l’aggressore, che dovrà ora rispondere di tentata estorsione, lesioni personali e cessione di stupefacente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui