Ai Musei Civici esposte 150 opere: un viaggio nell’Italia degli anni ’50 e ‘60

Aveva solo 21 anni nel 1961 Giorgio Preti, quando perse tragicamente la vita in un incidente stradale. Si era da poco diplomato all’Istituto d’arte Venturi, ma la sua verve artistica aveva già dato grandi risultati. La sua opera rivive oggi nella mostra ‘Incubi e sogni della provincia’, allestita ai Musei Civici grazie alla donazione delle sue opere fatta dai suoi famigliari.

Esposti 150 lavori, fra dipinti, disegni progetti e oggetti di design realizzati da Preti, ma anche da altri artisti modenesi dell’epoca: un viaggio nella neonata società dei consumi degli anni ’50 e ’60.

La mostra ai Musei Civici sarà visitabile gratuitamente dal 3 dicembre al 24 aprile.

Nel video le interviste a:

– Paola Preti, Sorella Giorgio Preti

– Stefano Bulgarelli, Curatore mostra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui