Nel centro avranno sede tutte le associazioni femminili modenesi: a inizio 2017 il bando per i lavori, che dovrebbero concludersi entro fine 2018

Si chiamerà Casa delle Donne e avrà sede a Villa Ombrosa, nell’omonimo parco all’angolo tra via Vignolese e via Vaciglio Nord. In un’unica struttura saranno riunite il Centro documentazione donna e la sua biblioteca e le altre associazioni femminili che attualmente hanno sede in via del Gambero. E cioè: Casa delle donne contro la violenza, Differenza maternità, Donne nel mondo, Gruppo donne e giustizia e l’Udi (Unione Donne in Italia e nel Mondo).

Villa Ombrosa, residenza appartenuta nel ‘700 all’erudito modenese Ludovico Antonio Muratori, gravemente danneggiata dal terremoto del 2012, sarà dunque ristrutturata e ampliata. A inizio 2017 è prevista la pubblicazione del bando per l’assegnazione dei lavori: il cantiere – 1,2 milioni di euro co-finanziati da Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Modena – dovrebbe concludersi entro fine 2018.

Nel video le interviste a Vittorina Maestroni, Presidente Centro Documentazione Donna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui