Sono arrivate oggi pomeriggio le dimissioni di Ettore Caselli dalla presidenza di Bper: la comunicazione è stata fatta al consiglio di amministrazione dell’istituto di credito

Ettore Caselli non è più di presidente del consiglio di amministrazione della Bper. E’ stata formalizzata oggi la comunicazione al cda, che ha preso atto delle dimissioni del manager sulle quali nei giorni scorsi non erano mancate le indiscrezioni. Caselli, che lascia per motivi personali, resterà nel ruolo fino alla nomina del successore e intanto da via San Carlo lo ringraziano per l’operato di questi anni, ma forse l’intero organo di vertice societario dovrebbe fare un passo indietro per un rinnovamento completo del governo dell’istituto di credito.

Caselli, 74 anni, si farà da parte per quel che riguarda la presidenza, ma resterà nel consiglio d’amministrazione della banca. Il manager era assente per motivi di salute la settimana scorsa a ModenaFiere, nell’assemblea straordinaria dei soci che ha decretato la trasformazione di Bper da cooperativa a società per azioni. Un passaggio imposto dal Governo a tutte le maggiori banche popolari per scardinare i gruppi di potere locali che reggono questi istituti da anni. Una svolta subita e in parte anche osteggiata dai vertici della Popolare. Banca che, solo nell’ultimo anno, ha perso in Borsa quasi il 50% del proprio valore e sul cui bilancio pesano come un macigno oltre 6 miliardi di crediti deteriorati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui