Al via a Modena e in Inghilterra e Germania il progetto Sharmed: coinvolti gli alunni di Cittadella, Gramsci, Marconi e Calvino. I piccoli condivideranno fotografie con i compagni. Obiettivo: favorire l’integrazione

La società del futuro sono i bambini che vanno nelle nostre scuole: è da lì che bisogna iniziare a lavorare per costruire l’integrazione e stimolare il dialogo fra le culture più diverse. Punta proprio a questo il progetto Sharmed, che nell’anno scolastico 2016/17 vedrà impegnate quattro scuole di Modena (Cittadella, Gramsci, Marconi e Calvino), affiancate a distanza da altri istituti a Monfalcone, in provincia di Udine, e all’estero a Londra e in Germania. Coinvolte bambini fra i 9 e i 12 anni, che saranno chiamati a condividere con i loro compagni fotografie collegate ai loro ricordi. Si tratta di una sorta di sperimentazione che ha l’obiettivo di essere esportata in tutta Europa.

Al progetto collaborano l’Università di Modena e Reggio, l’Ateneo inglese di Suffolk e quello tedesco di Jena.

Nel video le interviste a.

– Prof. Claudio Baraldi, Coordinatore progetto Sharmed

– Brunetto Salvarani, Ufficio Scolastico provinciale Modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui