Alla cerimonia hanno preso parte anche l’anziano presidente dell’Anpi locale Giorgio Melchiorri e due reduci della campagna di Russia, Erasmo Toni ed Ennio Bonucchi, ormai 90enni

Grandissima partecipazione questa mattina a Pavullo alle celebrazioni per questo 25 aprile salutato dal sole dopo una notte di tempesta. In tanti tra autorità, forze dell’ordine, reduci, associazioni e semplici cittadini, hanno preso parte ai cortei lungo le vie del centro aperti dalla banda di Pavullo e dal Coro Montecuccoli, che hanno visto sentiti momenti di raccoglimento alla posa delle corone d’alloro davanti ai cippi dedicati alla partigiana Irma Marchiani, a Mario Ricci (il comandante Armando che fu il primo sindaco), ai paracadutisti e poi ai monumenti di piazza Battisti e piazza Montecuccoli. Qui il discorso del sindaco Romano Canovi e di Giulia Bondi, vicepresidente dell’Istituto Storico di Modena. Poi lo spostamento a Palazzo Ducale, dove è stato inaugurato il secondo memoriale, dopo quello dell’anno scorso dedicato ai combattenti della guerra di Liberazione nati a Pavullo. 

Alla cerimonia hanno preso parte anche l’anziano presidente dell’Anpi locale Giorgio Melchiorri e due reduci della campagna di Russia, Erasmo Toni ed Ennio Bonucchi, ormai 90enni. I due memoriali sono affiancati a un totem dotato delle ultime tecnologie multimediali, per avvicinare alla storia anche i più giovani.

Intervista a Giuliano Bortolotti, Ricercatore storico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui