Ci sono ancora troppi cittadini che girano e si spostano senza un giustificato motivo, anche da un comune all’altro. I Carabinieri nel pomeriggio di ieri hanno sanzionato in tutto 23 persone. Tre nella zona del Frignano, sette fra Sassuolo e i comuni del distretto ceramico e 13 nella Bassa. Sempre i Carabinieri ieri hanno arrestato un tunisino di 33 anni che davanti a Villa Igea, impegnato in una violenta lite con una donna italiana e un’ospite straniero della struttura, ha anche preso a calci e pugni il personale sanitario intervenuto per placarlo. Trattamento che il tunisino ha poi riservato ai Carabinieri giunti per arrestarlo.  La polizia ieri sera ha invece fermato due giovani in via Morane a Modena, un italiano e un tunisino. Alla domanda degli agenti che chiedevano se avessero validi motivi per essere fuori di casa i due hanno risposto di essere usciti in cerca di una pizza e una birra rifiutandosi di rilasciare l’autocertificazione obbligatoria. I giovani sono stati multati e uno dei due, che è risultato essere irregolare sul territorio, è stato portato in Questura. E l’emergenza COVID-19 a quanto pare non ferma i ladri di biciclette. A farne le spese questa volta è toccato a una giovane fattorina 20enne. I militari del servizio strade sicure la hanno notata in lacrime presso l’abitazione dove aveva appena consegnate delle pizze e preso atto del furto hanno avvertito la Polizia che dopo poco ha trovato il ladro in via Monza. La bicicletta è stata quindi riconsegnata alla proprietaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui