Stefano Bonaccini farà parte della cabina di regia con il Governo che da domani discuterà il patto sul lavoro. E’ stato lo stesso governatore ad anticiparlo illustrando il resto del pacchetto da 320 milioni che tocca vari settori. Due milioni sono destinati a dotare le strutture alberghiere e i campeggi di impianti di sanificazione, 3,5 milioni andranno a sostegno delle associazioni sportive di base presenti sul territorio, particolarmente colpite dal blocco totale delle loro attività. Un milione di euro sosterrà professionisti e lavoratori della cultura, 500 mila euro sosterranno un fondo per le edicole, un milione sarà destinato invece all’editoria locale. Una parte sostanziosa, circa 50 milioni, servirà per il sistema impresa, la sicurezza nei luoghi di lavoro e il sostegno ai tirocinanti, costretti a interrompere il percorso formativo e in particolare a favore delle persone con disabilità con un bonus da 900 a 450 euro a testa. Altri 8 milioni di euro vengono destinati al sostegno della cooperazione attraverso il fondo FonCooper, per garantire liquidità anche alle piccole e medie società cooperative, in particolare dei servizi alla persona. Cinque milioni vengono indirizzati al finanziamento di progetti innovativi per la messa in sicurezza Covid degli ambienti di lavoro. 14 milioni di euro copriranno invece il dimezzamento o l’azzeramento dell’Irap per aziende, esercizi commerciali, artigiani e professionisti nei comuni montani. Per la scuola e la formazione digitale a distanza in arrivo 5 milioni per permettere a tutti gli alunni e agli studenti di seguire le lezioni a distanza con l’acquisto di schede prepagate per la connessione internet, pc e tablet.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui