All’interno l’intervista a Silvana Borsari (Direttrice sanitaria Ausl)

Da ieri anche a Modena ha preso il via lo screening sierologico a cui verrà sottoposto tutto il personale sanitario regionale con l’obiettivo di garantire la sicurezza di operatori e pazienti. Si è iniziato dalle aree più a rischio. Nella giornata di ieri sono stati effettuati circa 110 prelievi sul personale sanitario degli ospedali e 70 su quello delle case per anziani. La nuova strategia messa in atto dalla Regione è volta a trovare i portatori sani del virus. Il test verrà  dunque ripetuto ogni due settimane anche sui dipendenti sanitari che risultano negativi. Per analizzare la vasta mole di campioni sierologici Modena può contare su laboratori all’avanguardia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui