Nel video l’intervista ad Alberto Dugoni, Presidente Provinciale FIVA Confcommercio

Per contrastare la diffusione del coronavirus Carpi ha interrotto lo svolgimento del mercato in piazza, ma non l’attività dei supermercati che pure sono punto di grande aggregazione di persone. Una situazione segnalata e descritta come un controsenso dalle associazioni Anva Confesercenti e FIVA Confcommercio. Nella città dei Pio il tradizionale mercato del giovedì e del sabato è stato cancellato e il timore è quello che l’ordinanza possa espandersi anche oltre il primo di marzo, mettendo in seria difficoltà i piccoli commercianti che vi lavorano. L’ordinanza regionale, sottolineano le associazioni, stabilisce la sospensione delle fiere, ma non dei mercati. Da qui, la richiesta, fatta a gran voce, di chiedere chiarimenti dall’amministrazione. Una situazione simile si è verificata anche nei comuni di Novi e Campogalliano dove, anche qui, i mercati sono stati sospesi. Le associazioni non mancano quindi di lanciare un nuovo appello, visto il momento di grande difficoltà

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui