I rappresentanti dei Si Cobas chiedono chiarimenti pubblici alla Maserati e alla Regione Emilia-Romagna sulle presunte irregolarità della carrozzeria G.M. di Camposanto. Davanti allo stabilimento di via Divisione Acqui, il sindacato ha denunciato quello che ha descritto come un “licenziamento mascherato”. Si tratta della sospensione di sei mesi di un lavoratore, iscritto al Si Cobas, che, tornato dopo un lungo periodo di malattia, è stato ritenuto dall’azienda incapace di svolgere alcuna mansione. Ma il sindacato tuona all’irregolarità. I Si Cobas chiedono quindi a Maserati, cliente della G.M., se è a conoscenza delle presunte irregolarità imputate alla carrozzeria di Camposanto

Nel video l’intervista a:
– Enrico Semprini, Si Cobas
– Marcello Pini, Si Cobas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui