Nel video l’intervista a Roberto De Zerbi, allenatore Sassuolo Calcio

Il Sassuolo domina nel primo tempo un Napoli svogliato e distratto, poi però cala nella ripresa in concomitanza con la crescita dei partenopei che riescono prima a rimontare la rete di svantaggio poi, nei secondi finali, a vincere l’incontro. Finisce 2-1 per il Napoli di Gattuso l’ultima partita del 2019 per il Sassuolo che ha accarezzato a lungo la possibilità del colpaccio nella terza partita giocata in soli sette giorni. Al 3° Duncan va vicino alla rete con una botta da fuori che Meret smanaccia sul fondo. Il Sassuolo gioca meglio, pressa il portatore di palla ed arriva vicino alla rete con semplicità; il Napoli non trova lo spunto per reagire e difficilmente supera la metà campo. Al 29° il vantaggio: percussione sulla sinistra di Bogà che serve Locatelli, cross lungo sul secondo palo che Traorè in scivolata mette in rete. Al 43° Traorè si mangia il raddoppio sparando addosso a Meret un contropiede perfetto orchestrato da Locatelli. Nella ripresa il Napoli è un’altra squadra ed il Sassuolo mostra di soffrire le fatiche della terza gara in una settimana.Al 57° Allan è abile ad arpionare un pallone al limite dell’area, si gira in mezzo ai due centrali e lascia partire un siluro che non da scampo a Pegolo. Il Napoli ora è padrone del campo, il Sassuolo fatica ad uscire dalla propria area e, all’80° subirebbe anche la rete di Callejon, che di testa sfrutta una palla facile facile servita da Pegolo sulla ribattuta del neo entrato Mertens, ma il Var annulla per fuorigioco. È al 94°, a pochi secondi dal termine dei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro, che si concretizza il vantaggio partenopeo>: sul calcio d’angolo dalla sinistra la palla attraversa tutto lo specchio della porta fino a trovare Elmas, entrato da pochi minuti, che da due passi segna la rete più facile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui