Nel video l’intervista a Alberto Bellelli, Sindaco di Carpi

Il centro è affollato, i negozi aperti e in attività. Così si presentano oggi le strade del cuore di Carpi, la città in cui è stato identificato il primo caso positivo di Coronavirus nella nostra provincia. Qui, nella città dei Pio, l’ordinanza emessa dal sindaco è più restrittiva di quella Regionale: gli impianti sportivi sono chiusi, i funerali e i matrimoni possono essere celebrati solo con la partecipazione di un numero limitato di persone; anche la biblioteca può essere usata solo per consultazione e prestito; ma la comunità, non si sta abbandonando alla psicosi, anche se non sono mancati episodi spiacevoli. Lo stesso sindaco Alberto Bellelli ha alzato la voce contro i casi in cui i parenti delle persone risultate positive ai tamponi sono stati indicati come untori, mentre facevano la spesa. L’invito, rinnovato, del primo cittadino, è quello di mantenere la calma e non lasciarsi abbandonare dalla paura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui